Domenica delle Palme e riflessioni del Papa Emerito

domenicadellepalme2

 

La Domenica delle Palme…l’entrata gloriosa di Gesù a Gerusalemme.

Sappiamo che Gesù venne cavalcando un asinello. Da tutti acclamato come Re di Israele, Gesù mostra sempre una grandissima umiltà.

La Misericordia di Dio è il suo più grande dono per noi peccatori. Papa Ratzinger afferma che la misericordia è l’unica vera e ultima reazione efficace contro la potenza del male. Solo là dove c’è misericordia finisce la crudeltà, finiscono il male e la violenza.

Il Papa Emerito ci ricorda una cosa fondamentale: L’ Unica Salvezza è in Cristo. Nel suo sacrificio, nella misericordia infinita del nostro Dio.

Noi abbiamo il dovere di amare tutto il genere umano, di rispettare ogni altro credo, ma la Salvezza è solo in Cristo.

Nel suo sacrificio santo di cui parla oggi la lunga Messa della Domenica delle Palme.

Per questo Egli ci invita a convertire tutte le genti e ad annunziare la Buona Novella (il Vangelo).

Preghiamo per Papa Francesco e per l’arduo compito che deve sostenere in questa situazione mondiale così disastrosa.

Spesso vediamo tante persone in Vaticano e non solo che salutano gioiose il Papa, che chiedono una sua benedizione, un suo abbraccio.

Noi tutti abbiamo bisogno di Gesù e il Papa ha il difficilissimo ruolo di fare le veci di Nostro Signore in terra. Spesso il Papa non dorme la notte perché pensa e riflette. Grandi sono le sue responsabilità.

Preghiamo per lui. Che il Signore lo conservi a lungo e lo illumini nelle decisioni che dovrà prendere durante il suo pontificato.