Non voglio che mi si dica cosa devo fare…

child

Una volta, sentii dire da una signora atea: “Io non sono religiosa perché non sopporto che mi si dica che cosa devo fare e come devo vivere”.

Tuttavia, il rapporto con Dio non funziona così.

Il Signore non è un padrone che impone degli ordini agli esseri umani solo per il proprio piacere di comandare.

La realtà dell’uomo è che non nasce “imparato”.

Sin dall’infanzia, tutti noi ABBIAMO BISOGNO di essere guidati ed istruiti. Nessuno può sopravvivere senza questo aiuto che ci viene dato dai nostri genitori.

E’ per il nostro bene.

La stessa cosa sono il Vangelo e le Parole di Nostro Signore. Sono per il nostro bene sia fisico che spirituale.

Come i genitori, depositari di una conoscenza superiore, ci istruiscono da piccoli, così Dio, infinitamente più grande di noi, ci guida per tutta la vita.

E’ molto difficile, per l’uomo moderno, accettare il fatto di essere limitato e di dover dipendere da qualcun altro. Questo fatto viene spesso visto come una disfatta o una mancanza di maturità, un fallimento. Non è così.

Accettare Dio è il più grande atto di saggezza che si possa compiere. La Sua luce ci illumina e ci porta ad avere una comprensione più profonda della realtà delle cose donandoci pace e serenità.

 

↓ CONDIVIDI CON I TUOI AMICI DI FACEBOOK ↓