La nonnina picchiata dalla badante

preghiera

Cari amici, purtroppo ancora una volta ci tocca vedere queste cose orribili al telegiornale.

Dopo la terribile storia dell’infermiera italiana che si divertiva a farsi fotografare con i cadaveri, oggi ne abbiamo un’altra…

Una nonnina di Pisa è stata per molto tempo picchiata e torturata dalla sua badante marocchina.

Fortunatamente grazie all’aiuto dei vicini di casa che sentivano gridare la povera anziana, i Carabinieri hanno posto delle telecamere nascoste e filmato l’aguzzina mentre si accaniva con ferocia sulla povera nonnina.

Fa veramente male al cuore vedere questa signora di 92 anni gridare : “Mamma, che botte! Non ce la faccio più, muoio in questa casa…”

Giustizia è stata fatta e la badante cattiva è finita agli arresti.

Preghiamo per la povera nonnina, per quanto ha dovuto soffrire, ma il Signore le ha dato la forza di superare tutte quelle torture.

Tutta questa brutta storia sia utile per una cosa:

Gli anziani sono una grande risorsa per tutti noi, stiamogli sempre vicini.

Quando scegliamo, per necessità, un aiuto o un badante/a, dobbiamo scegliere persone altamente qualificate.

Questo lavoro è di altissimo livello oltre ad essere estremamente difficile e faticoso.

Occorre una preparazione medica, grande bontà d’animo, pazienza e dedizione.

Dobbiamo stare sempre con gli occhi aperti perché in questo mondo, ahimè ci sono tantissime persone malvagie.

Preghiamo sempre il Signore che illumini il cammino della nostra vita.