Il Primo Comandamento

Rovetoardente

Cari amici di cristianita.com

Parliamo oggi del Primo Comandamento.

Dio apparve a Mosè per mezzo di una misteriosa immagine, un roveto che ardeva senza consumarsi. Questa visione di energia eterna ricorda molto lo Spirito Santo.

Nel dialogo con Mosè, si comprende che Dio ama l’uomo e vuole instaurare un rapporto con noi. I dieci comandamenti che ne deriveranno, non sono delle imposizioni per degli schiavi che devono obbedire, bensì delle vere e proprie medicine di vita, tramite le quali possiamo evitare il peccato e salvarci dai pericoli e dalla morte.

PRIMO COMANDAMENTO:

“Io sono il Signore Dio tuo. Non avrai altro dio all’infuori di Me. A Dio solo renderai culto.”

La nostra religione è monoteista. Noi crediamo in un unico Dio ( come recita il Credo ).

Dio ci rivela, quindi, che esiste una sola divinità, un solo essere eterno, onnisciente, onnipresente, onnipotente ed Egli è questo essere unico e superiore.

Questo comandamento quindi ci insegna il concetto di Religione.

La Religione è appunto il nostro percorso con Dio. Non sarà semplice, perché noi siamo degli esseri piccoli, deboli e mortali, ma con l’aiuto di Dio tutto è possibile. E quando, a causa della nostra piccolezza, non comprendiamo, dobbiamo FIDARCI di Lui.

Dio ci ama. Questo è un punto importantissimo. E come ci ha rivelato Gesù, Dio è Nostro Padre.

Dio NON vuole MAI il nostro male. Perciò nessuna malattia o disgrazia viene da Dio.

Come affermava Padre Emiliano Tardif, se le malattie venissero da Dio, sarebbe peccato curarsi o andare dal medico.

Quando preghiamo Dio perché abbiamo bisogno del Suo aiuto, dobbiamo sempre fidarci, perché Dio non si sbaglia e sa già ciò di cui abbiamo bisogno.

Il primo comandamento vieta quindi le seguenti situazioni:

L’Ateismo (Il non credere nell’esistenza di Dio produce una lontananza spirituale da Lui e questo indebolisce la nostra anima che diviene facilmente preda del male)

L’Irreligione (L’uso della religione fuori dal culto stabilito da Dio e dalla Chiesa. Esempi di irreligione: un laico che celebra la Messa, una Messa cantando il Rock’n Roll e ballando, dittatori che pretendono di agire in nome di Dio, Eresie di altre chiese, etc…)

La Magia e la Stregoneria (La divinazione in tutte le sue forme: tarocchi, chiromanzia, radioestesia, fatture etc…sono tutte richieste di energia diabolica e quindi in pieno contrasto con la nostra religione)

Il Vitello d’oro :

Non si può servire Dio e Mammona (divinità pagana che simboleggia l’oro).

Molto spesso l’uomo si fa sedurre dal denaro fino ad esserne completamente schiavo. Anche questa è una violazione del primo comandamento.

Ovviamente non si parla di imprenditori e persone per bene che lavorano e guadagnano in piena onestà.

E non si parla neppure di padri e madri di famiglia assillati ad arrivare a fine mese per la dura crisi economica.

Si parla di persone ossessionate dal denaro tanto da “venerarlo”. Molto della crisi economica mondiale è dovuta proprio a questo problema e a queste persone.

Preghiamo sempre il Nostro Dio, con la preghiera che ci ha insegnato Gesù : Il Padre Nostro.
↓ CONDIVIDI CON I TUOI AMICI DI FACEBOOK ↓