Il Papa e l’elemosina

grandepapa

L’Elemosiniere apostolico di Papa Francesco, monsignor Konrad Krajewski, la sera percorre spesso Roma per soccorrere i disagiati.

Da un’indiscrezione ( non confermata) sembrerebbe che il Papa stesso, alcune notti, sia uscito per assistere ed aiutare i poveri e i senza tetto.

E monsignor Konrad aggiunge: “Il Santo Padre mi dice: “Il tuo conto è buono quando è vuoto”, nel senso che va di nuovo riempito. Il concetto è quello di non investire, non vincolare. Ma spendere, spendere tutto. Dice: “Guardate, queste sono le mie braccia, sono limitate, se le prolunghiamo con quelle di Corrado (Konrad) possiamo toccare i poveri di tutta Italia”. È questa la mia missione. Papa Francesco mi ha detto che la scrivania dell’ufficio posso pure venderla!!!”

In realtà, come ci dice Gesù, non è bello sbandierare la carità che si fa ai poveri, ma in questo caso volevamo solo sottolineare la generosità di un Papa che, sebbene anziano e non in perfetta salute ( Gli manca un pezzo di polmone) sfida il freddo e il gelo invernale per soccorrere in prima linea i bisognosi.
↓ CONDIVIDI CON I TUOI AMICI DI FACEBOOK ↓