Gesù Nostro Signore

CristosNostro Signore Gesù ha dato la vita per noi.

Tutti noi siamo coscienti di quanto il male pervada il mondo, come conseguenza della caduta dei nostri progenitori e dell’azione nefasta del peccato originale.

Ma Gesù ha voluto liberarci da questa terribile condizione, affrontando il male in tutta la sua oscura forza.

Gesù ha resistito all’azione demoniaca di satana che lo tentò, dapprima nel deserto e poi nell’orto degli ulivi e in fine sulla croce.

Nel deserto il demonio cercò di circuire Gesù esattamente come fece con Adamo ed Eva. Essendo Gesù Dio e uomo, il demonio pensò di far leva sulla sua condizione umana per imporre un cambiamento nella sua missione.

Non un Messia per gli uomini, un buon pastore, un Dio padre, bensì una sorta di Imperatore dorato, un tiranno a cui tutti gli uomini devono obbedienza, pena la morte.

Ma Gesù ha rifiutato la gloria di questo mondo e le lusinghe degli uomini.

Nostro Signore ci ha insegnato l’amore, l’amore gratuito.

Gesù sapeva benissimo che tutto ciò lo avrebbe portato ad una morte terrificante, ma sapeva anche che questo era il volere del Padre e che Dio, questo è molto importante, Dio non vuole mai il male dei propri figli. Perciò se quella è la decisione di Dio, quella è la miglior decisione possibile e totalmente per il nostro bene.

Nell’orto degli ulivi, Gesù prese su di sé tutti i peccati del mondo. Tutti i peccati dall’inizio della storia fino alla fine dei tempi.

E’ stata una notte di tenebra e di dolore. Gesù pregò il Signore. Il diavolo sperò che chiedesse di aver salva la vita, per condannarci tutti alla morte eterna, ma Gesù pregò meravigliosamente il Padre con parole perfette e divine.

“Padre, passi da me questo calice, ma non come voglio io, bensì come vuoi tu.”

Inchiodato sulla croce, mentre soffriva dolori terribili ed in piena agonia, Gesù veniva schernito dalla folla e da un ladrone crocifisso accanto a lui.

“Hai salvato tante persone…perché non salvi te stesso? Scendi dalla croce e ti crederemo!”

E’ facile ora leggere come il demonio avesse messo queste parole in bocca alla folla, esattamente come le mise nelle folle dei nazisti o in quelle dei terroristi al giorno d’oggi.

Era un ennesimo tentativo di far cambiare idea a Gesù, sfruttando la debolezza e il terribile dolore di una persona in punto di morte.

Ma Gesù ha fatto qualcosa di ben più grande che scendere dalla croce e trasformarsi in una sorta di giustiziere.

Gesù ha affrontato il male in tutta la sua forza. Ha superato tutte le torture possibili e ha affrontato anche la morte.

Sì la morte.

Dopodiché…

per il demonio era tutto finito.

Non aveva più nulla, non aveva più armi. Il male era stato sconfitto.

Si può forse terrorizzare qualcuno che ha superato la morte?

E tre giorni dopo, Gesù è risorto, mostrando la sua natura divina e la sua superiorità su ogni legge della fisica.

“Mi è stato dato ogni poter in cielo e in terra”.

Ringraziamo sempre Nostro Signore per tutto ciò che ha fatto e che fa ogni giorno per noi.

 
↓ CONDIVIDI CON I TUOI AMICI DI FACEBOOK ↓