Cipro, la Chiesa aiuta il popolo

Pope Benedict XVI greets Orthodox Archbi
Il capo della Chiesa ortodossa cipriota Chrysostomos II ha messo a disposizione del governo i beni ecclesiastici per uscire dalla crisi.
Una situazione veramente difficile.
Le banche, a Cipro, sono chiuse ormai da molti giorni e la gente non può nè prelevare denaro, nè accedere ai propri conti.
E’ evidente che la classe politica europea debba fare una profonda riflessione su tutta “l’impalactura” politica ed economica su cui si regge
la UE.
Noi Cattolici, tuttavia, non siamo poi così stupiti da questi risultati così deludenti. Quando si inizia ad ignorare Dio, a considerarLo un qualcosa di
scomodo, un reisduo di un passato primitivo da cancellare….ecco che cosa accade.
In un’Europa dove non si crede più in Dio, non ci sarà più alcun rispetto anche per l’uomo.
In questo periodo così tragico, spicca la figura del capo della Chiesa ortodossa di Cipro che è pronto ad aiutare il suo paese in prima persona.
Pronto, evangelicamente, a vendere tutti i beni della chiesa per aiutare il proprio amato paese.
Molti politici dovrebbero prendere d’esempio Chrysostomos II.

condividiamici